‪#‎lesommesate‬ Capitolo II

Rete fognaria, Piano per il commercio, Blocco fondi regionali e nazionali, tutti quesiti che attendono risposta e non il solito silenzio con cui il caro Sommene chiude ogni dibattito.
Ormai l’incapacità dell’amministrazione è palese, manca la capacità di programmare il futuro del paese, tutto viene lasciato all’approssimazione: MANCA UN PROGETTO ORGANICO PER SAVIANO.
Le fogne sono diventate la “via crucis” di Saviano, dovevano essere terminate per Natale, ma ormai la Pasqua è vicina e nulla sappiamo sui lavori. Quanti soldi sono stati spesi? Come sono stati effettuati i lavori? C’è ancora il rischio di perdere i fondi europei?
Il Siad (piano per il commercio) è un altro esempio: prima adottato in fretta per accontentare qualcuno, ora la melina del sindaco per evitare di scontentare i suoi grandi elettori: UN DISASTRO su tutti i fronti.
Anche l’opposizione ha le sue colpe, l’altra sera al consiglio comunale (16 marzo) abbiamo avuto l’ennesima prova della sua inconsistenza. Non si sono opposti al SIAD! Vero è che l’amministrazione doveva per forza adottare lo strumento, ma ci sono diversi modi per redigere un piano. Si tenta di difendersi rifugiandosi sul tecnicismo: il piano è fatto dai tecnici, ma i tecnici agiscono in base alle direttive del cliente (in questo caso la politica). Nessuna legge impone che nelle aree industriali dismesse vengano inseriti insediamenti commerciali, tant’è che nella relazione si sottoline come questo sia “CONTRARIO ALLA PRASSI CONSOLIDATA”.
Per non parlare del modo in cui vengono spesi i nostri soldi. L’amministrazione non ha ancora chiarito perché sono stati spesi più di 25000 Euro per il Natale e si lascia sempre con pochi fondi il nostro Carnevale Savianese. Non ha ancora chiarito perché tanti cittadini in difficoltà e destinatari dei fondi di tutela per pagare l’affitto sono rimasti ancora senza soldi. Non ha ancora risposto in merito alla notizia della possibilità o meno (in base alla Legge Regionale 5 del 2013) di attingere ai fondi regionali e statali da parte del nostro Comune.
Tutto questo non fa bene a Saviano, e i responsabili di tutto questo dovrebbero fare mea culpa e dimettersi e lasciare amministrare la cosa pubblica a chi ha veramente a cuore le sorti del Paese.
I CITTADINI VOGLIONO RISPOSTE

PS: Questa volta noi le tasse di affissione le abbiamo pagate,‪#‎NOINONSIAMOABUSIVI‬ ma se sapevamo che vi servisse più colla potevamo fornirvela. La censura non ci spaventa! Continueremo a controllare a fare “FRASTUONO” per svegliare i Savianesi che per troppo tempo hanno dormito lasciando che la classe politica distruggesse il nostro Paese.

http://www.frastuonosaviano.it/wp-content/uploads/2016/03/lesommesate_capII.jpghttp://www.frastuonosaviano.it/wp-content/uploads/2016/03/lesommesate_capII-300x300.jpgNicola FortunatoIniziativeDe Risi,Natale,Regione Campania,saviano,sommesate,Sommese,TAR
‪#‎lesommesate‬ Capitolo II Rete fognaria, Piano per il commercio, Blocco fondi regionali e nazionali, tutti quesiti che attendono risposta e non il solito silenzio con cui il caro Sommene chiude ogni dibattito. Ormai l'incapacità dell'amministrazione è palese, manca la capacità di programmare il futuro del paese, tutto viene lasciato all'approssimazione: MANCA UN...