Sono passati ormai più di due anni (era infatti il nove di giugno del 2016) dall’approvazione del nuovo statuto della Fondazione Carnevale da parte del Consiglio Comunale. Durante questo lungo periodo, tutti, ed in special modo noi, aspettavano un cambiamento epocale per il nostro Carnevale, ma, oggi, dobbiamo constatare che nulla è cambiato e tutto si è fermato al 9.06.16.

Per meglio comprendere le ragioni di queste legittime aspettative, occorre ripercorrere le tappe che hanno portato all’approvazione dello Statuto.

Era il 21 luglio 2015, quando durante un’assemblea pubblica della Fondazione Carnevale Savianese veniva proposto di riscrivere lo statuto per poi avviare l’iter del riconoscimento della Fondazione esistente. In effetti, quella che tutti chiamavano “Fondazione Carnevale” altro non era che un’associazione di fattodal momento che era sì stata costituita da uno Statuto, approvato in Consiglio comunale, ma ad esso non era seguito l’atto costitutivo, redatto da un notaio e, cosa più importante, non era stata richiesta la personalità giuridica agli Enti competenti, riconoscimento questo necessario al fine di far acquisire ad essa Fondazione un’autonomia patrimoniale perfetta e, quindi, a divenire un autonomo centro soggettivo di imputazione di rapporti giuridici.

L’Assemblea della Fondazione Carnevale Savianese, preso atto di questa necessità, istituiva una Commissione Tecnica composta dai sigg.ri Erasmo Cavallaro, Carolina D’Ascoli, Michele Iovino, Alberto Sirico, Salvatore Tufano con il compito di studiare il vigente Statuto e l’annesso Regolamento al fine di modificarne il contenuto e creare una nuova Fondazione che potesse, grazie al riconoscimento della personalità giuridica, acquisire una certa indipendenza, anche patrimoniale, dall’Amministrazione Comunale (che comunque ne sarebbe rimasta il Fondatore unico), nonché i poteri necessari a reperire fondi e risorse da destinare, in primis ai Comitati, e, di conseguenza, all’organizzazione ed allo svolgimento del Carnevale Savianese in tutto il Paese.

La Commissione, così costituita, dopo aver ascoltato i rappresentanti delle Associazioni Carri Allegorici e le altre associazioni facenti parte della Fondazione attuale, predisponeva un nuovo Statuto da sottoporre al vaglio ed all’approvazione dell’Amministrazione Comunale di Saviano, in quanto Ente Fondatore.

Il 30 marzo 2016 l’Assemblea della Fondazione approvava ed inoltrava al Sindaco ed a tutta l’Amministrazione Comunale lo Statuto per poter essere vagliato e, successivamente, approvato dalla stessa. Così dopo un attento esame del nuovo Statuto da parte dei “tecnici” dell’Ente medesimo e dopo aver apportato le modifiche da questi richieste, si giungeva alla tanto sperata approvazione dello Statuto che avveniva, per  l’appunto, il 9 giugno del 2016.

Successivamente, dopo tanti solleciti, anche da parte dei membri della Commissione, l’Amministrazione Comunale avviava i passaggi successivi: convocava il notaio per la stipula dell’atto costitutivo; richiedeva le informazioni necessarie per il riconoscimento della personalità giuridica all’Ente competente; ed, infine, si bloccava dinanzi alla necessità di dotare la costituenda Fondazione di un patrimonio di circa 60.000,00 euro, conditio sine qua non per il predetto riconoscimento!

In realtà, noi, anche dinanzi a questo nuovo ostacolo, non abbiamo mai abbandonato la speranza di veder nascere la nuova Fondazione e abbiamo cercato in tutti i modi di portare a termine l’incarico ricevuto. Abbiamo, infatti, più volte compulsato il Sindaco, il segretario comunale e, persino, l’ufficio tecnico dell’Ente per cercare di trovare una soluzione idonea a reperire i famosi € 60.000,00. Alla fine, l’Amministrazione Comunale conveniva che l’unica soluzione al problema era quella di donare alla Fondazione nascente un terreno, di sua proprietà, optando per quel terreno già da tempo individuato per la realizzazione della “famosa” cittadella del Carnevale (Delibera G.C. n.81 del 3/1272009). Così, il 29 novembre 2016 l’ufficio contabile e quello tecnico, con nota del 29/11/2016, esprimono parere favorevole alla realizzazione del patrimonio da donare alla Fondazione.

Dopo questa data, però, l’Amministrazione Comunale non ha più fatto nulla!

Nel silenzio assordante, è stato celebrato il Carnevale 2017 con la promessa di completare il progetto della nuova Fondazione nei giorni immediatamente successivi alla festa. Promessa mancata!

L’anno scorso, poi, il Comune si è aggiudicato il bando regionale dei famosi € 100.000,00 (centomila euro) e, quindi, il progetto della nuova Fondazione è stato rimandato a data da destinarsi!

Ora siamo già avviati all’organizzazione del carnevale 2019 ed il progetto della nuova Fondazione è stato messo nel dimenticatoio sia dall’Amministrazione Comunale sia dai Comitati, ma non certo da noi che ancora ci speriamo!

Una cosa è però chiara: il nuovo Statuto ha certamente reso l’Amministrazione Comunale consapevole del fatto che il Carnevale Savianese rappresenta una grande “risorsa”, per cui a noi resta solo la speranza che questa “risorsa” venga affidata in larga parte alle Associazioni Carri Allegorici che sono l’unico motore di questa amata manifestazione.

dav

http://www.frastuonosaviano.it/wp-content/uploads/2018/10/IMG_20181028_113159-01-1200x1397.jpeghttp://www.frastuonosaviano.it/wp-content/uploads/2018/10/IMG_20181028_113159-01-300x300.jpegFrastuono SavianoDocumentiCarnevale,obiettivo saviano,saviano,sommesate
Sono passati ormai più di due anni (era infatti il nove di giugno del 2016) dall’approvazione del nuovo statuto della Fondazione Carnevale da parte del Consiglio Comunale. Durante questo lungo periodo, tutti, ed in special modo noi, aspettavano un cambiamento epocale per il nostro Carnevale, ma, oggi, dobbiamo constatare...